Visualizzazione post con etichetta Libri. Mostra tutti i post
Visualizzazione post con etichetta Libri. Mostra tutti i post

martedì 17 ottobre 2017

School Raising è la piattaforma di crowdfunding per finanziare i progetti delle scuole italiane

Il crowdfunding (dall'inglese crowd, folla e funding, finanziamento) o finanziamento collettivo in italiano è un processo collaborativo di un gruppo di persone che utilizza il proprio denaro in comune per sostenere gli sforzi di persone e organizzazioni. È una pratica di microfinanziamento dal basso che mobilita persone e risorse.

Ecco un progetto per finanziare attività e acquisti nelle scuole italiane:
SCEGLI UN PROGETTO
Seleziona cosa ti piacerebbe vedere realizzato nella scuola

_img_06
FINANZIA UN PROGETTO
Finanzia un progetto con un contributo anche piccolo

_img_03
RICEVI UN REGALO
Per ogni finanziamento riceverai una ricompensa




















School Raising è la piattaforma di crowdfunding per finanziare i progetti delle scuole italiane



sabato 7 ottobre 2017

PASSEGGIATE TRA I PORTICI DI CARTA


Sabato 7 e domenica 8 ottobre 2017 torna con la sua 11° edizione Portici di Carta, la libreria più lunga del mondo sotto i portici del centro di Torino. Da quest’anno il percorso si espande. Oltre ai tradizionali due chilometri di bancarelle in via Roma, piazza San Carlo e piazza Carlo Felice, Portici di Carta conquista anche i portici fine-ottocento e Liberty di via Sacchi e quelli risorgimentali di Via Nizza, per quasi 2,5 chilometri di passeggiata in mezzo ai libri.
Sono presenti 128 librai di Torino e provincia ed editori da tutto il Piemonte, di cui 21 per la prima volta. In piazza Carlo Felice tornano i bouquinistes del Libro Ritrovato. I portici di via Roma, piazza San Carlo e piazza Carlo Felice sono suddivisi in 20 tratti tematici che raggruppano in modo omogeneo le bancarelle a seconda delle proposte.
L’edizione 2017 di Portici di Carta è dedicata a Paolo Villaggio: l’autore-attore che ha venduto un milione e mezzo di copie con la Trilogia di Fantozzi e ha cambiato la lingua italiana con i suoi modi di dire entrati nell’uso collettivo. Portici di Carta lo ricorda sabato 7 all’Oratorio San Filippo con una lezione originale di Stefano Bartezzaghi, la testimonianza dei due figli, le letture fantozziane di Giuseppe Culicchia e l’intervista ineditarealizzata dal regista Mario Sesti per il film presentato all’ultima Mostra del Cinema di Venezia.

Le Passeggiate di Portici di Carta 2017:
Dieci itinerari in giro per la Torino degli scrittori

Dieci passeggiate guidate per scoprire la città che ha ispirato tanti scrittori e pagine indimenticabili. Una è dedicata ai più piccoli. Novità 2017: altre Pietre d’Inciampo, il ricordo di Gigi Meroni, il viaggio nella Torino del noir, la pedalata letteraria. Tranne Quattro passi nel noir (sabato 7 alle 19) sono tutte di domenica.

Partenza alle 10 dai luoghi indicati, ritorno alle 12.30 all’Oratorio San Filippo. Le passeggiate si effettueranno anche in caso di maltempo.

Clicca sulle mappe interattive qui sotto per scoprire i punti d’interesse, gli scrittori e le citazioni letterarie.
È tutto gratis, ma è obbligatoria la prenotazione: 
Le passeggiate si terranno anche in caso di maltempo.


giovedì 17 agosto 2017

Pensare per immagini. Tra scienza e arte

Un libro che indaga gli "studi visuali", secondo una prospettiva inedita, attenta all'intersezione fra i tradizionali domini dell'estetica e il mondo delle scienze.








Da sempre, l'uomo pensa per immagini. Ma l'approccio visuale manifesta oggi una sua particolare attualità. Viviamo infatti in una cultura che dall'immagine è intensamente dominata. Di fronte al riaffacciarsi della potenza della rappresentazione iconica, che già l'antichità aveva conosciuto e talvolta condannato come idolatria, rimessa in contatto con la sua portata conoscitiva ma anche con la sua natura ingannatrice, la cultura contemporanea ha fatto propria la sfida dell'immagine creando un nuovo universo scientifico, guello degli "studi visuali", che questo libro indaga secondo una prospettiva inedita, attenta all'intersezione fra i tradizionali domini dell'estetica e il mondo delle scienze. La presenza dell'immagine non ...
Leggi di più

domenica 25 giugno 2017

Io leggo e tu? Arriva il patto per la letteratura -




Io leggo. E tu? Si chiama così il patto per la lettura, sottoscritto da tutte le televisioni nazionali, illustrato oggi a Roma dal Ministro dei Beni Culturali Franceschini, per rilanciare un'attività fondamentale per la crescita culturale del Paese. 

Io leggo e tu? Arriva il patto per la letteratura - Video - Rai News

giovedì 1 giugno 2017

Italo Calvino - di Rosa Maria Mistretta



Rappresenta una delle figure più complesse nel panorama culturale italiano del secondo dopoguerra.
Nacque a Cuba, a Santiago di Las Vegas, nel 1923. Nel 1925 si trasferì a San Remo dove visse l'infanzia e l'adolescenza. La famiglia lo educò all'interesse per la scienza (il padre era astronomo e la madre naturalista). Partecipò giovanissimo alla Resistenza in Liguria. S'iscrisse dopo la liberazione al Partito Comunista, da cui uscì dopo i fatti d'Ungheria del '56, pur mantenendosi uomo di sinistra.Si laureò in lettere a Torino, dove entrò in rapporto con Vittorini e Pavese.
Il suo primo prodotto narrativo è Il sentiero dei nidi di ragno (1947), un romanzo breve in cui l'evocazione della Resistenza è condotta in maniera ilare e spregiudicata.

mercoledì 24 maggio 2017

ARRIVEDERCI AL 2018 SALONE DEL LIBRO!



Chiude con un deciso segno più alla voce biglietti il Salone del Libro 2017 che, alle 16 di oggi, aveva registrato 140.746 ingressi al Lingotto  e oltre 25 mila partecipamti alle manifestazoni del Salone Off. In totale 38 mila persone in più rispetto all'edizione 2016 quando però la manifestazione era tutta la LIngotto. E il direttore Nicola Lagioia, che ha confermato che nel 2018 Librolandia si svolgerà tra il 10 e il 14 maggio, lancia un appello ai grandi gruppi editoriali, Mondadori e Gems che quest'anno hanno disertato il Lingotto: "Sono invitati alla prossima edizione. Li aspettiamo a braccia aperte - chiarisce il direttore - Abbiamo bisogno delle loro idee e del loro contributo. Questo di Torino è stato un maggio imprevedibile e radioso".

giovedì 18 maggio 2017

Il Presidente del Senato Pietro Grasso inaugura il trentesimo Salone - Salone Internazionale del Libro di Torino - Salone Internazionale del Libro di Torino



Cinque giorni imperdibili quelli che promette Torino dal 18 al 22 maggio 2017 con l’edizione numero trenta del suo Salone Internazionale del Libro, che per celebrare il prestigioso traguardo “anagrafico”, scavalca il perimetro della tradizionale offerta per sconfinare in una programmazione culturale a tutto tondo che caratterizzerà l’intera città.

Ispirato al tema conduttore “Oltre il confine” - il titolo di quest’anno illustrato da Gipi nell'immagine guida della manifestazione - il programma intessuto per l’edizione 2017 dal direttore Nicola Lagioia con i quattordici consulenti del Salone e lo staff della Fondazione per il Libro, si apre verso nuove dimensioni sia in termini di contenuti, sia dal punto di vista degli spazi fisici e degli orari, caratterizzando in tal senso la consueta passerella di grandi autori e protagonisti della scena culturale italiana e internazionale.

All’interno dei 45 mila metri quadri di superficie espositiva dei padiglioni del Lingotto Fiere sono circa 11 mila i metri quadri commerciali (il 10% in più dello scorso anno) occupati da 452 titolari di stand (nel 2016 erano 338), a cui si sommano i 9 stand dei progetti speciali. Complessivamente il trentesimo Salone del Libro propone quasi 1.200 case editrici, dando vita a un programma che conta 1.379 appuntamenti disseminati nelle 30 sale a disposizione dei visitatori, che vanno dai 600 posti della più grande, la Sala Gialla, ai 20 dei laboratori didattici.

venerdì 21 aprile 2017

SALONE DEL LIBRO DI TORINO 2017



L'Università degli Studi di Torino, nell'ambito della convenzione stipulata con la Fondazione per il libro, la musica e la cultura, sarà presente al Salone del Libro di Torino con un ampio spazio espositivo dedicato ai temi della scienza e del suo rapporto con il libro, lo studio e la lettura.
Nello spazio espositivo denominato "Open Science" verranno esposti strumenti che stuzzicheranno la vostra mente, come il "pletismografo" usato da Cesare Lombroso, una specie di macchina della verità, e la "Perottina" dell'Olivetti, la prima macchina programmabile da scrivania, e uno dei primi simulatori di volo.

mercoledì 19 aprile 2017

La Fondazione per il Libro, la Musica e la Cultura



La Fondazione per il Libro, la Musica e la Cultura è stata costituita a Torino nel 1994 per iniziativa di Regione Piemonte, Provincia di Torino e Città di Torino e non ha scopo di lucro.
Guida la Fondazione un Presidente in carica per tre anni. Dall'ottobre 2016 Presidente è Mario Montalcini.
Al vertice vi è un Alto Comitato di Coordinamento, guidato da un presidente e un co-presidente, rappresentati ogni anno a rotazione dal sindaco di Torino anche nella veste di sindaco della Città Metropolitana di Torino, e dal presidente della Regione Piemonte.
L'Assemblea dei Soci Fondatori vede i rappresentanti di Città di Torino; Città Metropolitana di Torino; Regione Piemonte; Ministero dei beni e delle attività culturali e del turismo; Ministero dell'Istruzione, dell'Università e della Ricerca; intesa Sanpaolo.
È attualmente in corso la procedura di approvazione delle modifiche statutarie per l'adeguamento alla nuova compagine societaria e ai rinnovati compiti cui è chiamata la Fondazione.
http://www.fondazionelibro.it/presentazione.php

martedì 11 aprile 2017

ATTIMI, racconti di Rosa Maria Mistretta



Mi piace navigare tra i pensieri e i ricordi, per rimanerne ogni volta sempre più affascinata……

 

mercoledì 5 aprile 2017

SOGNI, poesie di Rosa Maria Mistretta



I sogni, etereo dissidio tra reale ed irreale, rivelatori di superiori verità nascoste, imprevedibili ed indipendenti dalla volontà, prodigiosi ed inspiegabili, si traducono in poesie che comunicano situazioni e sentimenti, frammenti di un mondo in cui ci si riconosce fino a parteciparvi. Nella raccolta poetica si prediligo no immagini e tematiche universali, in cui l’ambito è occupato interamente dall’amore, dalla natura, dalle  notti, dalle stagioni.
E un’antologia di situazioni quotidiane, pagine vive scritte in modo semplice, in cui si esprime la capacità di trasmettere emozioni di vita in modo immediato, creando un’atmosfera di tempi, di luoghi e d’argomentazioni inconsce. Le poesie sembrano scritte per indagare nel profondo dello spirito, per inabissarsi nell’immensità, nel mistero della luna, nella magia e nel fascino della vita, attraverso l’immaginazione che fa volare in alto, scrutando nell’intimo dell’animo umano e dipingendo atmosfere che pazientano d’ora in ora agli umori della natura.
Esprimere il desiderio di cose irrealizzabili, l’illusione di un amore, la mestizia vagheggiata con la fantasia, significa aprire le porte ai sentimenti ed alle emozio ni pure e sincere. La passione, che trasforma la forza dell’amore in un vortice di follie, la solitudine, che riassume in questi versi il significato della vita, la felicità, intesa come una ricompensa che corona una  conquista, sono espresse nell’insieme da una viva sensibilità interiore e sono inserite in un contesto naturalistico dove il paesaggio è dialogo tra Uomo e Natura, è stato d’animo, è sintonia con un’atmosfera magica e misteriosa.
“Sogni” è un libro che si legge col cuore, che ispira profonde e magiche riflessioni, che induce a provare sensazioni ed emozioni descritte, vissute nelle singole individualità.
ROSA MARIA MISTRETTA