Visualizzazione post con etichetta Eventi. Mostra tutti i post
Visualizzazione post con etichetta Eventi. Mostra tutti i post

lunedì 11 dicembre 2017

Arriva la pioggia di stelle più bella dell’anno


Occhi al cielo il 13 e il 14 dicembre per le Geminidi. Il 16 è atteso invece il passaggio più vicino alla Terra dell’asteroide Phaethon.
Nei prossimi giorni la volta celeste ci riserverà uno spettacolo straordinario: il passaggio dello sciame meteorico delle Geminidi, ovvero quella che gli esperti definiscono «la pioggia di stelle cadenti più bella dell’anno».  
L’appuntamento con le stelle è fissato per mercoledì 13 (dalle 23) e giovedì 14 dicembre: un doppio spettacolo anche perchè, oltre alle cento meteore l’ora, negli stessi giorni transiterà alla minima distanza dalla Terra Phaethon, l’asteroide «potenzialmente pericoloso» che ha generato le stesse Geminidi.  

Arriva la pioggia di stelle più bella dell’anno - La Stampa

lunedì 20 novembre 2017

Settimana Europea per la Riduzione dei Rifiuti 2017, Italia al top




Sono 4.422 le azioni registrate nel nostro Paese (+3 rispetto al 2016) per la nona edizione della SERR - Settimana Europea per la Riduzione dei Rifiuti (European Week for Waste Reduction), che inizierà in tutta Europa sabato 18 novembre e si concluderà domenica 26 novembre. 
Sul podio continentale anche Francia (1.798 azioni) e Catalogna (815 azioni).  
L’obiettivo primario della Settimana è il coinvolgimento attivo di cittadini, istituzioni, associazioni, scuole e imprese: anche in questa edizione è stato pienamente centrato. 
Analizzando i dati nel dettaglio, nel 2017 sono cresciuti i singoli proponenti delle azioni, aumentati di oltre il 45% rispetto all’anno scorso. La categoria delle scuole è quella che ha registrato l’incremento maggiore nel numero di adesioni, più che raddoppiato


Settimana Europea per la Riduzione dei Rifiuti 2017, Italia al top | Legambiente:


venerdì 10 novembre 2017

Apre il Louvre di Abu Dhabi, è il primo museo d'arte "universale"




E come il nome Louvre garantisce, il museo sarà caratterizzato da una linea narrativa che andrà dalla preistoria alla contemporaneità, attraverso le 23 gallerie della sua collezione permanente e i prestiti non solo dalla casa madre ma anche da molti altri prestigiosi musei francesi: durante l’anno inaugurale si potranno infatti vedere opere importanti come la Belle Ferroniere di Leonardo del Louvre, una delle 4 Gare Saint-Lazare di Monet, proveniente dal museo d’Orsay come il Pifferaio di Manet, la Natura morta con Magnolia di Matisse del Centro Pompidou, un Mappamondo di Coronelli custodito alla Biblioteca nazionale di Francia, come anche rare opere di arte primitiva provenienti dal Museo du quai Branly 

Apre il Louvre di Abu Dhabi, è il primo museo d'arte "universale"

http://www.rainews.it/dl/rainews/media/un-nuovo-Louvre-ad-Abu-Dhabi-alla-Francia-oltre-un-miliardo-di-dollari-per-il-marchio-900f8f46-82e3-4973-95a3-07443ac3611a.html#foto-1

http://www.ansa.it/sito/notizie/topnews/2017/11/08/macron-abu-dhabi-per-il-nuovo-louvre_21d30179-d370-46bf-9b40-4f957c33e9d9.html

Alcuni video:
https://www.youtube.com/results?search_query=inaugurazione+louvre+abu+dabi


sabato 28 ottobre 2017

International Observe the Moon Night



International Observe the Moon Night (InOMN) is an annual worldwide public event that encourages observation, appreciation, and understanding of our Moon and its connection to NASA planetary science and exploration, as well as the cultural and personal connections we all have with Earth's nearest neighbor. Everyone on Earth is invited to join the celebration by hosting or attending an InOMN event — and uniting on one day each year to look at and learn about the Moon together.
On this site, you can find information about how to host, register, and evaluate your InOMN event, look for an InOMN event near you, and share pictures and highlights from InOMN.
In 2017, we are encouraging an eclipse-focus for the event, celebrating the total solar eclipse that crossed the United States in August, a lunar eclipse that will occur in January, and past and future eclipses visible around the world. Eclipses are both beautiful to behold, and scientifically interesting.
Though we encourage everyone to participate in International Observe the Moon Night on a specified day each year, we understand that this date may not work for everyone. If it does not work for you this year, you are welcome to host your event on a different day, as close to October 28 as possible.
InOMN is sponsored by NASA's Lunar Reconnaissance Orbiter with support from NASA's Solar System Exploration Research Virtual Institute (SSERVI) and the Lunar and Planetary Institute.

venerdì 27 ottobre 2017

FESTIVAL DELLA SCIENZA 2017



È un punto di riferimento per la divulgazione della scienza.  
È un’occasione di incontro per ricercatori, appassionati, scuole e famiglie. 
È uno dei più grandi eventi di diffusione della cultura scientifica a livello internazionale.

Un appuntamento per tutti 
Incontri, laboratori, spettacoli e conferenze per raccontare la scienza in modo innovativo e coinvolgente, con eventi interattivi e trasversali.
11 giorni in cui le barriere fra scienze matematiche, naturali e umane, verranno abbattute e la ricerca si potrà toccare, vedere, capire senza confini.

Un nuovo paradigma
Il Festival propone ogni anno eventi ispirati alle questioni più attuali e scottanti del dibattito scientifico, prime assolute di spettacoli e mostre dedicate all’incontro tra arte e scienza, riservando una particolare attenzione alle novità della ricerca più avanzata e ai ricercatori dei Paesi emergenti.

mercoledì 25 ottobre 2017

Open Access Week - October 23 - 29, 2017 | Everywhere


10th Annual International Open Access Week Shines Spotlight on Increasing the Impact of Research & Scholarship

Hundreds of events will take place across the globe to highlight the power of Open Access to increase the impact of scientific and scholarly research during the 10th annual International Open Access Week taking place from October 23-29, 2017.

UN RICCO CARNET DI EVENTI DALL'OSSERVATORIO ASTRONOMICO DEL RIGHI



Mercoledì 25 ottobre alle ore 17.00, presso l'Auditorium dell'Acquario di Genova, Walter Riva, direttore dell'Osservatorio Astronomico del Righi, presenterà la conferenza “Le ultime straordinarie scoperte dell'astronomia”. Ingresso gratuito fino all'esaurimento dei posti disponibili.


Inoltre, come ogni anno, in occasione del Festival della Scienza (26 ottobre - 5 novembre), giunto al suo quindicesimo anno di attività, vi segnaliamo gli eventi che ci vedranno direttamente coinvolti e che abbiamo preparato per questa edizione.

La mostra didattica "Il Giardino del Sole" ospitata nel giardino antistante l'Osservatorio Astronomico del Righi, oltre a prevedere l'osservazione del Sole al telescopio e dei fenomeni che vi si sviluppano (macchie solari, facole, protuberanze) tramite speciali filtri solari e gli exibit permanenti (quadranti solari, meridiana equatoriale, plinto di Tolomeo, Sistema Solare in scala, ecc.) quest'anno si arricchisce del laboratorio didattico "A tu per tu con le comete". Che cosa sono le comete? Un viaggio alla scoperta di come venivano interpretate in passato queste visitatrici celesti in confronto a quello che oggi sappiamo di loro grazie ai “contatti” ravvicinati stabiliti negli ultimi decenni a partire dalla sonda Giotto che nel 1986 ha incontrato la cometa di Halley. Sotto la cupola del Planetario, con un supplemento di 3 euro rispetto al biglietto o all'abbonamento del Festival, andremo proprio alla scoperta delle caratteristiche delle comete e della missione Rosetta che ha “vissuto” per mesi in orbita attorno alla cometa 67/P C-G.
Nel periodo compreso fra il 26 ottobre e il 5 novembre l’Osservatorio Astronomico del Righi sarà quindi aperto per le scolaresche nei giorni feriali (26-27-30-31 ottobre e 2-3 novembre) con orario 9.00 - 13.00, previo acquisto di biglietto festival e prenotazione obbligatoria (info su: www.festivalscienza.it) mentre sarà aperto per il pubblico i giorni pre-festivi e festivi (28-29 ottobre e 1-4-5 novembre) dalle 10 alle 13 (ultimo turno ore 12) dietro presentazione di biglietto o abbonamento festival (per altre informazioni consultare:http://www.festivalscienza.it/site/home/programma/a-tu-per-tu-con-le-comete.html)

Ancora, grazie alla collaborazione della rete PRISMA promossa dall’INAF, domenica 29 ottobre e mercoledì 1 novembre verrà organizzata, presso l’Area del Porto Antico, una caccia al tesoro che ha l’obiettivo di avvicinare il pubblico alla conoscenza delle meteoriti e del progetto PRISMA (http://www.festivalscienza.it/site/home/programma/a-caccia-di-meteore-e-meteoriti.html). Il laboratorio, dal titolo "A caccia di meteore e meteoriti", verrà tenuto alle ore 15 e alle ore 16.30 con biglietto o abbonamento del Festival della Scienza. E’ vivamente consigliata, a causa del numero limitato di posti disponibili, la prenotazione sul sito www.festivalscienza.it o presso l’Infopoint del Festival.
Il progetto PRISMA verrà presentato anche venerdì 27 ottobre alle ore 17.30 presso la Sala del Camino di Palazzo Ducale nella conferenza dal titolo “A contatto con PRISMA” (http://www.festivalscienza.it/site/home/programma/a-contatto-con-prisma.html) tenuta dal prof. Mario Di Martino, già Astronomo dell’Osservatorio Astrofisico di Torino e grande esperto di meteoriti e crateri da impatto, dal dott. Daniele Gardiol, coordinatore nazionale della collaborazione PRISMA e da Walter Riva, coordinatore delle attività di didattica e di divulgazione del progetto.

Inoltre, fanno parte del programma del Festival di quest’anno due appuntamenti serali osservativi il primo dei quali si svolgerà in Osservatorio sabato 28 ottobre (a partire dalle 20.30) ma anche presso il Museo Archeologico Ligure di Pegli (a partire dalle ore 22)
L’evento fa parte dell’International Moon Night, un’iniziativa della Planetary and Lunar Society patrocinata dalla NASA che invita tutti gli Osservatori pubblici e privati del mondo a dedicare una notte all’anno all’osservazione della Luna e che per la prima volta avviene in concomitanza con il Festival della Scienza (http://www.festivalscienza.it/site/home/programma/international-moon-nights.html).In Osservatorio verranno formati sul momento, senza possibilità di prenotazione per questo evento, turni di visita ripetuti di max 15 persone per turno di circa 30 minuti ciascuno. Sarà possibile, con un contributo supplementare di 3 € (5 € per chi non ha biglietto o abbonamento del Festival), assistere a una speciale animazione all’interno dell’Aula Planetario della durata di circa 30 minuti dedicata alla Luna e al cielo dell'autunno. Impareremo così ad orientarci tra le stelle dell'autunno, riconoscendo i suoi principali protagonisti, come le costellazioni che sono legate dal mito di Andromeda: il cavallo alato Pegaso, l'eroe Perseo e la regina Cassiopea, della quale scopriremo la storia. Anche per l’Aula Planetario verranno allestiti turni della durata di circa 30 minuti l’uno.
Presso il Museo Archeologico Ligure l’ingresso sarà libero fino all’esaurimento dei posti disponibili e l’osservazione di sabato 28 ottobre verrà preceduta alle ore 20.15 dalla conferenza “Il mistero del disco lunare di Libarna” (http://www.festivalscienza.it/site/home/programma/il-mistero-del-disco-lunare-di-libarna.html) tenuta dal prof. Guido Cossard, esperto archeoastronomo e da Walter Riva, direttore dell’Osservatorio Astronomico del Righi, che illustreranno al pubblico il rinvenimento, presso il sito archeologico di Libarna, di un reperto in piombo di circa 10 cm di diametro il cui utilizzo poteva essere legato al problema di riallineare il calendario lunare con quello solare. Se usiamo un calendario che segua le fasi lunari, infatti, avremo anni di 354 giorni che devono essere periodicamente “accordati” con il ciclo del Sole e delle stagioni. Presso il Museo di Archeologia Ligure, dal 27 ottobre al 5 novembre (ingresso gratuito, chiuso il lunedì) è allestita la mostra "Contatti con il passato. Il disco lunare di Libarna" (http://www.festivalscienza.it/site/home/programma/contatti-con-il-passato.html) che in un’affascinante atmosfera al confine tra la storia dell’uomo e l’astronomia, consente di ammirare, nella sua prima esposizione al pubblico, un antico disco lunare ritrovato nella città romana di Libarna.

La Luna potrà essere osservata al telescopio dell’Osservatorio anche la sera di martedì 31 ottobre a partire dalle ore 21 (http://www.festivalscienza.it/site/home/programma/international-moon-nights.html) con le stesse modalità previste per l’osservazione di sabato 28.

Vi aspettiamo numerosi a una o più delle nostre attività!
Cieli sereni e Buon Festival della Scienza a tutti
Walter Riva
Osservatorio Astronomico del Righi

sabato 7 ottobre 2017

PASSEGGIATE TRA I PORTICI DI CARTA


Sabato 7 e domenica 8 ottobre 2017 torna con la sua 11° edizione Portici di Carta, la libreria più lunga del mondo sotto i portici del centro di Torino. Da quest’anno il percorso si espande. Oltre ai tradizionali due chilometri di bancarelle in via Roma, piazza San Carlo e piazza Carlo Felice, Portici di Carta conquista anche i portici fine-ottocento e Liberty di via Sacchi e quelli risorgimentali di Via Nizza, per quasi 2,5 chilometri di passeggiata in mezzo ai libri.
Sono presenti 128 librai di Torino e provincia ed editori da tutto il Piemonte, di cui 21 per la prima volta. In piazza Carlo Felice tornano i bouquinistes del Libro Ritrovato. I portici di via Roma, piazza San Carlo e piazza Carlo Felice sono suddivisi in 20 tratti tematici che raggruppano in modo omogeneo le bancarelle a seconda delle proposte.
L’edizione 2017 di Portici di Carta è dedicata a Paolo Villaggio: l’autore-attore che ha venduto un milione e mezzo di copie con la Trilogia di Fantozzi e ha cambiato la lingua italiana con i suoi modi di dire entrati nell’uso collettivo. Portici di Carta lo ricorda sabato 7 all’Oratorio San Filippo con una lezione originale di Stefano Bartezzaghi, la testimonianza dei due figli, le letture fantozziane di Giuseppe Culicchia e l’intervista ineditarealizzata dal regista Mario Sesti per il film presentato all’ultima Mostra del Cinema di Venezia.

Le Passeggiate di Portici di Carta 2017:
Dieci itinerari in giro per la Torino degli scrittori

Dieci passeggiate guidate per scoprire la città che ha ispirato tanti scrittori e pagine indimenticabili. Una è dedicata ai più piccoli. Novità 2017: altre Pietre d’Inciampo, il ricordo di Gigi Meroni, il viaggio nella Torino del noir, la pedalata letteraria. Tranne Quattro passi nel noir (sabato 7 alle 19) sono tutte di domenica.

Partenza alle 10 dai luoghi indicati, ritorno alle 12.30 all’Oratorio San Filippo. Le passeggiate si effettueranno anche in caso di maltempo.

Clicca sulle mappe interattive qui sotto per scoprire i punti d’interesse, gli scrittori e le citazioni letterarie.
È tutto gratis, ma è obbligatoria la prenotazione: 
Le passeggiate si terranno anche in caso di maltempo.


mercoledì 4 ottobre 2017

Onde gravitazionali, il Nobel per la Fisica 2017 agli scopritori


Rainer Weiss, Barry C. Barish e Kip S. Thorne hanno scoperto le onde previste da Einstein 100 anni fa. Un premio che tocca anche l’Italia: menzionate le collaborazioni con la stazione italo-europea.

Un premio Nobel annunciato: per la fisica quest’anno sono stati premiati gli scopritori delle onde gravitazionali. Rainer Weiss (classe 1932) di origine tedesca ma al Mit di Harvard già dal 1962, Barry C. Barish nato nel 1936 a Omaha nel Nebraska nel 1936, professore al Caltech californiano, e Kip S.Thorne nato a Logan (Utah), anche lui al Caltech, sono i tre nuovi laureati dall’Accademia delle scienze svedesi e vincitori dell’ambitissimo riconoscimento di nove milioni di corone svedesi. «Con entusiasmo e determinazione» dice un comunicato del Nobel, hanno condotto la collaborazione americana Ligo di un migliaio di ricercatori di 24 nazioni a rilevare il 14 settembre 2015 la prima onda gravitazionale prevista dalla teoria della relatività di Albert Einstein nel 1915, esattamente un secolo prima.



I tre laureati hanno avuto un ruolo fondamentale nello sviluppo e nelle ricerche legate al Laser Interferometer Gravitational-Wave Observatory (LIGO), il doppio interferometro che il 14 settembre del 2015 ha osservato per la prima volta le onde gravitazioni

Weiss (l'ideatore di LIGO) e Thorne (il teorico) possono essere considerati i due padri dello strumento, mentre Barish è lo scienziato che ha portato a completamento il progetto.

Tutti e tre  hanno lavorato per quasi 40 anni per rendere possibile la prima osservazione delle onde gravitazionali. Ma occorrerebbe ricordare anche lo scozzese Ronald Drever, le cui ricerche sono state fondamentali per questo risultato, che il Nobel l'avrebbe vinto pure lui se non se ne fosse andato il 7 marzo di quest'anno. 



domenica 1 ottobre 2017

Euromineralexpo Torino 2017




Le Alpi italiane hanno regalato tesori di inestimabile bellezza a importanti collezioni pubbliche e private, oltre ad offrire alla mineralogia un gran numero di specie tuttora esclusive del territorio e di grande interesse scientifico.
Cristalli e gemme che hanno reso famose le Alpi italiane.  
Accanto a splendidi campioni di minerali alpini, saranno infatti esposte preziose gemme e pietre dure ricavate dagli stessi cristalli. Alla tenacia e perseveranza dei cercatori, si unisce qui l’abilità e la pazienza dei tagliatori, in grado di valorizzare luce e disegni nascosti nelle pietre grezze. Sarà dunque possibile ammirare quarzo, granato, berillo nelle varietà acquamarina e smeraldo, diopside, vesuvianite, minerali di manganese, tra cui rodocrosite, rodonite, joanhnsenite, e una nutrita serie di specie minerali, anche rare, sia nel loro aspetto naturale, che nell’interpretazione data dall’uomo alla loro bellezza.

http://www.euromineralexpo.it/index.html



giovedì 28 settembre 2017

La Notte Europea dei Ricercatori, Venerdì 29 settembre 2017, in 52 città italiane




LNotte dei Ricercatori è un'iniziativa promossa dalla Commissione Europea fin dal 2005 che coinvolge ogni anno migliaia di ricercatori e istituzioni di ricerca in tutti i paesi europei. 
L'obiettivo è di creare occasioni diincontro tra ricercatori e cittadini per diffondere la cultura scientifica e la conoscenza delle professioni della ricerca in un contesto informale e stimolante. 
Gli eventi comprendono esperimenti e dimostrazioni scientifiche dal vivo, mostre e visite guidate, conferenze e seminari divulgativi, spettacoli e concerti. 
L'Italia ha aderito da subito all'iniziativa europea con una molteplicità di progetti che ne fanno tradizionalmente uno dei paesi europei con il maggior numero di eventi sparsi sul territorio. 

Per il 2017 il progetto coinvolge in Italia 6 progetti per un totale di 52 città: ti aspettiamo il 29 settembre!

Continua su....

Concluso il G7 Scienza, on line la dichiarazione finale - Notizie - Miur





La Ministra dell'Istruzione, dell'Università e della Ricerca, Valeria Fedeli, ha chiuso, con una conferenza stampa, i lavori della Ministeriale G7 della Scienza.

Al centro della due giorni di lavori la formazione delle ricercatrici e dei ricercatori, i meccanismi di finanziamento della ricerca e le politiche per la scienza, le infrastrutture di ricerca globali.

"Le sfide globali della quarta rivoluzione industriale e i cambiamenti in atto pongono alle comunità scientifiche, sfide inedite e rilevantissime - ha sottolineato la Ministra -. Dobbiamo renderci conto che la quarta rivoluzione industriale, di cui stiamo parlando in questi giorni, non è una rivoluzione tecnologica, è una rivoluzione sociale".

"C'è una straordinaria convergenza di impegno e di visione, oltre che di azioni concrete, tra i Paesi del G7 sulla centralità della ricerca scientifica e dei suoi finanziamenti - ha proseguito Fedeli -. La responsabilità che incombe sui paesi del G7, di guidare la transizione tecnologica globale, richiede politiche coordinate e lungimiranti, coinvolgendo tutte le parti interessate, dal settore pubblico al privato, dalla comunità scientifica alla società civile".


mercoledì 20 settembre 2017

PICCOLO ME




Scrive C.S. Lewis: «Vi fu un tempo in cui facevi domande perché cercavi risposte, ed eri felice quando le trovavi. Torna bambino, chiedi ancora». Un laboratorio esperienziale in cui, attraverso il modello di autoeducazione di Roberto Assagioli, giocare con le sensazioni e l’immaginazione, alla ricerca del nostro potenziale di presenza, stupore e meraviglia.


Cinque giorni
di
incontri, dialoghi, lezioni, letture e spettacoli per mettere
a confronto
coscienze, fedi, culture e religioni. È
Torino Spiritualità
, che
dal 2005
è
il
luogo
in
cui
cercare
il
significato profondo del nostro tempo e del nostro agir
e. Con
il
tema
della
XIII edizione
PICCOLO
ME
,
da
giovedì
21
a lunedì
25
settembre
,
il
festival
propone
di
indagare
le
tracce d
infanzia presenti ancora nell
et
à adulta,
da
recuperare
per vivere pienamente. È un invito a
diventare bambini
, come dice
il
sottotitolo, per
ritrovare una dimensione mai perduta bensì sempre presente com
e tensione che
attraversa l
essere umano. C
è uno sguardo
da
recuperare nella memoria,
in
cui
si
intrecciano
sorpresa
,
curiosità
,
timidezza
,
fragilità
,
paura
,
passione
,
meraviglia
,
speranza
,
tenerezza
.
Un
modo per farlo è ascoltare
le
storie raccontate nei reading e
spettacoli
in
programma

martedì 5 settembre 2017

300° anniversario della posa della prima pietra della Basilica di Superga (To)

(foto cortesia Selenia O.)

È apparsa grande, luminosa, nitida: la Basilica di Superga si è «materializzata», grazie a una proiezione che ha sorpreso tanti torinesi, sulla cupola della Mole Antonelliana proprio in queste ore. Una sorta di omaggio-gemellaggio tra i due monumenti simbolo della città. A sovrastare il profilo della Real Basilica, c’è poi una data: 1717 e 2017. La proiezione notturna è infatti un (altro) modo per festeggiare il 300° anniversario della posa della prima pietra della Basilica, frutto di un voto fatto nella Torino sotto assedio del 1706. 
Continua su:
http://www.lastampa.it/2017/08/05/cronaca/la-basilica-di-superga-appare-sulla-mole-Yaah486boe2Ozp1dVBe3GO/pagina.html

mercoledì 23 agosto 2017

MAGNIFICHE FOTO DELL'ECLISSE!








Vi inviamo alcune foto dell'eclissi totale di Sole che ha avuto luogo negli USA poche ore fa e che è stata seguita da una parte dello staff dell'Osservatorio Astronomico del Righi dall'Idaho. Le foto sono state realizzate da Andrea Balestrero, Marco Ferro e Davide Zambonin dell'Osservatorio Astronomico del Righi


Walter Riva

Osservatorio Astronomico del Righi
tel. 348 2656360

domenica 20 agosto 2017

Eclissi di Sole USA 2017. Per chi NON sarà li a vederla!




Streaming è la parola magica. Il 21 agosto 2017, l’eclissi più osservata di tutti i tempi, attraverserà da costa a costa gli Stati Uniti. In tanti sono riusciti ad organizzarsi una vacanza per andare a vederla, e chi non ha potuto? Come dicevamo, l’eclissi più osservata e anche quella con il più ampio clamore mediatico… e la NASA, ma non solo, pensa anche a chi non sarà lì…

Eclissi di Sole USA 2017. Per chi NON sarà li a vederla! « Coelum Astronomia

martedì 15 agosto 2017

IL FERRAGOSTO: QUALE SIGNIFICATO?



Il Ferragosto è una festività di origine antichissima – nella Roma imperiale denominata Feriae Augusti – modernamente celebrata il 15 agosto in Italia, nella Repubblica di San Marino e nel Canton Ticino.
Il giorno di Ferragosto è tradizionalmente dedicato alle gite fuori porta con lauti pranzi al sacco e, data la calura stagionale, a rinfrescanti bagni in acque marine, fluviali o lacustri. Molto diffuso anche l'esodo verso le località montane o collinari, in cerca di refrigerio.

Altre fonti: http://www.meteoweb.eu/2015/08/ferragosto-assunzione-della-beata-vergine-maria/486391/