"La pace inizia con un sorriso"

Madre Teresa di Calcutta
Visualizzazione post con etichetta Creatività. Mostra tutti i post
Visualizzazione post con etichetta Creatività. Mostra tutti i post

lunedì 9 ottobre 2017

Progettare un laboratorio didattico in 5 passi!


Di laboratori didattici o presunti tali, oggi se ne vedono a decine in città: non solo al museo ma anche in galleria, al parco, ai centri estivi, in piscina e perfino al supermercato! Ma quanti di questi hanno alla base una buona progettazione? Quanti raggiungono degli obiettivi ben delineati? In quali casi il bambino o il ragazzo che partecipa ha davvero appreso qualcosa o quanto meno si è divertito o a provato delle sensazioni positive?
Le zebre sono un po’ di parte su questo tema, me ne rendo conto, ma dopo anni di studio e tanta esperienza sul campo si riesce a delineare la qualità dei laboratori ai quali si assiste, si nota quando c’è una buona progettazione dietro la realizzazione dell’attività didattica e quando invece è assente.

sabato 30 settembre 2017

10 laboratori ludico-didattici per bambini




In questo interessante sito è possibile consultare iniziative per laboratori didattici, viaggi e attività da svolgere in famiglia e per i bambini in Italia e all'estero.
Tanto divertimento e iniziative assolutamente da non perdere!

10 laboratori ludico-didattici per bambini e altro




mercoledì 20 settembre 2017

XVI Manualmente Torino, IL FESTIVAL DELLA CREATIVITA'




Lingotto Fiere – Padiglione 1
Via Nizza 294
Dal 21 al 24 settembre 2017
dalle 9.30 alle 19.00


Manualmente, il Salone della Creatività, giunge alla sedicesima edizione e torna a Torino nel Padiglione 1 di Lingotto Fiere per l’edizione autunnale in programma da giovedì 21 a domenica 24 aprile.

domenica 30 aprile 2017

OFFICINA DIDATTICA


Il progetto Officina Didattica si rivolge al mondo della scuola della provincia di Cuneo, con l’obiettivo di migliorare e rinnovare l’attività didattica specifica in alcuni settori di importanza fondamentale per l’educazione e l’istruzione degli alunni.
Officina Didattica prevede una fase di formazione teorica dedicata agli insegnanti, l’applicazione delle conoscenze acquisite tramite l’attività pratica di insegnamento nelle classi e l’utilizzo di attrezzature e materiali didattici utili per lo sviluppo del tema affrontato.
Officina Didattica nasce dal Bando Innovazione Didattica, iniziativa conclusa nel 2014 dopo 6 edizioni, e da Scuola+: i progetti sono scelti tra quelli sperimentati nel corso del Bando Innovazione Didattica.
Il sito www.officinadidattica.fondazionecrc.it mette a disposizione tutte le informazioni

venerdì 21 aprile 2017

LA CODA DI UNA COMETA, di Rosa M Mistretta


Perchè la coda di una cometa è in direzione opposta al Sole?
La coda di una cometa è sempre rivolta in direzione opposta al Sole, poiché è respinta dalla forza del vento solare (una corrente di particelle cariche che viaggiano ad altissima velocità, emesse dagli strati esterni del Sole).
Studiamo ora insieme quest'effetto
CHE COSA OCCORRE:
* un asciugacapelli
* alcuni fogli di carta assorbente di vari colori
* una pallina da ping pong
* forbici e nastro adesivo
* uno spiedino di legno

sabato 15 aprile 2017

SCOPRIRE COSA CONTIENE UNA SCATOLA CHIUSA, di Rosa M Mistretta




"Vedere" il contenuto di una scatola chiusa usando una tecnica simile al radar usato dalle sonde spaziali
Materiale occorrente
- una scatola di cartone chiusa, con un oggetto misterioso all'interno
- un ferro da maglia
- strisce di nastro adesivo di colori differenti
Supponiamo che qualcuno ci dica che una scatola contiene un oggetto misterioso e che, se si riesce a capire che cos'è senza toccarlo e tanto meno vederlo, l'oggetto sarà nostro.
Non è impossibile!
Si può utilizzate lo stesso metodo che la Sonda Magellano ha applicato per scandagliare la superficie del pianeta Venere, nonostante la spessa coltre nuvolosa impedisse l'osservazione.

giovedì 13 aprile 2017

Costruire le COSTELLAZIONI IN 3D


Costruiamo la Costellazione dell'Orsa Minore.
Iniziamo con una breve descrizione delle caratteristiche fondamentali della costellazione.
URSA MINOR è una piccola costellazione la cui importanza è essenzialmente dovuta
alla presenza della Stella Polare che individua il Polo Nord celeste ed è chiamata anche PICCOLO CARRO.

http://archivio.torinoscienza.it/esperimenti/costellazioni_in_3d_4961.html

mercoledì 12 aprile 2017

L'INTERAZIONE TRA LE CARICHE ELETTRICHE



Cariche dello stesso segno si respingono, mentre cariche di segno opposto si attraggono: puoi verificarlo con un semplice esperimento
Materiale occorrente:
• due palloncini gonfiabili
• due fili
• coriandoli
Continua su......

martedì 11 aprile 2017

Un "pizza party" per Io, satellite di Giove, di Rosa Maria Mistretta




Riprodurre il modello della superficie di Io preparando una pizza.

Che cosa occorre:
- pasta per pizza
- una cucchiaio da tavola
- salsa di pomodoro
- mozzarella e formaggio grattugiato
- olive nere snocciolate
- peperoni e pomodori
- olio
- sale
Come procedere:
Osservare bene l'immagine di Io per mettere in risalto le variazioni di colore:
- le aree bianche e leggere sono depositi di zolfo ghiacciato (la temperatura superficiale media di Io è di 150 gradi centigradi sotto lo zero!)

Un "pizza party" per Io, satellite di Giove - torinoscienza.it

giovedì 6 aprile 2017

Un'esperienza di didattica dell'astronomia: il Sistema Solare in 3-D, di Rosa Maria Mistretta



Gli alunni della quarta elementare di una scuola di Torino hanno realizzato il Sistema Solare, in scala, in 3 dimensioni: 12 ore di laboratorio "fai-da-te" per costruire il Sistema Solare.
L'astronomia è una scienza assai antica: prima ancora di conoscere la scrittura, l'uomo sapeva "leggere" il cielo per orientarsi e per organizzare il proprio lavoro agricolo. Eppure spesso, nel contesto scolastico attuale, la scienza del cosmo sembra non trovare posto se non con un oscuro nozionismo, in netto contrasto con ciò che diceva Galileo: "I nostri discorsi hanno a essere sopra un mondo sensibile e non sopra un mondo di carta".
È possibile, invece, in questa disciplina, intervenire con finalità concrete, attraverso una corretta organizzazione delle attività pratiche, proponendo requisiti teorici molto semplici e rispettando le differenti capacità e motivazioni dei bambini in relazione alle loro esperienze. La ricerca e la scoperta, attraverso le domande scaturite dalla curiosità dei bambini, conducono a una presa di coscienza del mondo in cui essi vivono, per mezzo di un approccio scientifico coadiuvato dall'intervento dell'adulto. I bambini s'identificano ben presto con la figura dello "scienziato": imparano a pensare formulando teorie, a darsi ragione dei fenomeni, a capire che, come essi si pongono continue domande cercando delle risposte, così anche la scienza si confronta con sempre nuovi interrogativi.
Il progetto ha avuto come obiettivo uno studio "attivo" del Sistema Solare, attraverso la costruzione in tre dimensioni dei pianeti e la loro giusta collocazione all'interno del sistema planetario. Affrontato con linguaggio semplice, utilizzando pochi dati sostanziali, gli alunni hanno acquisito una conoscenza schematica, ma rigorosa, degli aspetti fondamentali dell'astronomia planetaria. In particolar modo, la finalità del progetto è stata quella di far comprendere agli alunni le differenze ed eterogeneità esistenti tra i corpi celesti che compongono il Sistema Solare, mediante lo studio delle loro caratteristiche intrinseche. Nella realizzazione di tale progetto, la consonanza tra l'aspetto teorico, prima, e quello pratico, poi, ha favorito il miglioramento delle capacità comunicative degli alunni.
Continua su....