Visualizzazione post con etichetta Arte. Mostra tutti i post
Visualizzazione post con etichetta Arte. Mostra tutti i post

lunedì 9 ottobre 2017

Progettare un laboratorio didattico in 5 passi!


Di laboratori didattici o presunti tali, oggi se ne vedono a decine in città: non solo al museo ma anche in galleria, al parco, ai centri estivi, in piscina e perfino al supermercato! Ma quanti di questi hanno alla base una buona progettazione? Quanti raggiungono degli obiettivi ben delineati? In quali casi il bambino o il ragazzo che partecipa ha davvero appreso qualcosa o quanto meno si è divertito o a provato delle sensazioni positive?
Le zebre sono un po’ di parte su questo tema, me ne rendo conto, ma dopo anni di studio e tanta esperienza sul campo si riesce a delineare la qualità dei laboratori ai quali si assiste, si nota quando c’è una buona progettazione dietro la realizzazione dell’attività didattica e quando invece è assente.

sabato 30 settembre 2017

10 laboratori ludico-didattici per bambini




In questo interessante sito è possibile consultare iniziative per laboratori didattici, viaggi e attività da svolgere in famiglia e per i bambini in Italia e all'estero.
Tanto divertimento e iniziative assolutamente da non perdere!

10 laboratori ludico-didattici per bambini e altro




giovedì 17 agosto 2017

Pensare per immagini. Tra scienza e arte

Un libro che indaga gli "studi visuali", secondo una prospettiva inedita, attenta all'intersezione fra i tradizionali domini dell'estetica e il mondo delle scienze.








Da sempre, l'uomo pensa per immagini. Ma l'approccio visuale manifesta oggi una sua particolare attualità. Viviamo infatti in una cultura che dall'immagine è intensamente dominata. Di fronte al riaffacciarsi della potenza della rappresentazione iconica, che già l'antichità aveva conosciuto e talvolta condannato come idolatria, rimessa in contatto con la sua portata conoscitiva ma anche con la sua natura ingannatrice, la cultura contemporanea ha fatto propria la sfida dell'immagine creando un nuovo universo scientifico, guello degli "studi visuali", che questo libro indaga secondo una prospettiva inedita, attenta all'intersezione fra i tradizionali domini dell'estetica e il mondo delle scienze. La presenza dell'immagine non ...
Leggi di più

venerdì 9 giugno 2017

Il concetto di “invisibilità” nella scienza, arte e musica



IIT- Istituto Italiano di Tecnologia: al Teatro Elfo Puccini di Milano si incontrano scienza, arte e musica del progetto Crossroads

Evento conclusivo del progetto multidisciplinare “Crossroads in art, music and science” che ha coinvolto oltre 100 studenti delle scuole superiori milanesi, con il supporto della Fondazione Cariplo

Genova, 10 maggio 2017 - Il concetto di “invisibilità” nella scienza, arte e musica è il tema dell’evento “Crossroads”, organizzato dall’IIT-Istituto Italiano di Tecnologia, il 20 maggio, presso il Teatro Elfo Puccini, corso Buenos Aires 33, a Milano, dalle ore 14 alle ore 19. Alcuni scienziati dell’IIT, musicisti e artisti presenteranno al pubblico la loro esperienza dell’invisibile, come le nanoparticelle per la salute dell’uomo, la chimica sostenibile per l’ambiente, l’improvvisazione che guida un pittore o la musica che guida una jam session, così da riflettere sull’utilità di una conoscenza che va oltre le apparenze. L’evento rappresenta il momento di chiusura del progetto multidisciplinare “Crossroads in art, music and science” coordinato da Silvia Giordani dell’IIT con il supporto della Fondazione Cariplo, e che ha coinvolto oltre 100 studenti delle scuole superiori milanesi, l’ITAS Giulio Natta e l’IIS James Clerk Maxwell, per circa un anno di attività. L’ingresso è libero e gratuito fino ad esaurimento dei posti.

Il progetto “Crossroads in art, music and science” nasce per sensibilizzare i giovani verso l’interdisciplinarietà e favorire il loro protagonismo in un contesto creativo e sensibile ai concetti di inclusione, dialogo e comunicazione fra attori diversi. Il progetto è stato ideato e coordinato dalla scienziata Silvia Giordani, Professore associato all’Università di Torino e responsabile del Laboratorio di nanomateriali al carbonio di IIT, con l’obiettivo di ridurre la distanza tra la ricerca scientifica e i giovani, soprattutto nelle aree più periferiche della città, quali il quartiere di Cimiano.

Nel corso dell’anno gli studenti delle scuole superiori Natta e Maxwell hanno partecipato a laboratori didattici dedicati alla scienza, alla musica e all’arte, e a visite ai laboratori scientifici del Centro di IIT di Milano. Gli studenti hanno infine realizzato propri progetti interdisciplinari, i quali saranno presentati e premiati durante l’evento conclusivo al Teatro Elfo Puccini.

Il programma dell’evento prevede, inoltre, la partecipazione degli scienziati di IIT Guglielmo Lanzani, coordinatore del Centro di nanotecnologie di IIT a Milano, Guido Saracco, coordinatore del Centro sulle tecnologie sostenibili di IIT a Torino, e Teresa Pellegrino, responsabile del Gruppo di nanomateriali per tecnologie biomediche, introdotti e moderati da Silvia Giordani. A seguire, il pubblico potrà ascoltare dal vivo i componimenti del duo pianistico Davide e Daniele Trivella, il concerto del celebre violinista Davide Laura, e il concerto jazz dell’Alessandro Carabelli Music Ensemble, composto da Alessandro Carabelli al piano, Tino Tracanna ai sassofoni, Luciano Zadro alla chitarra, Marco Conti al contrabbasso e Maxx Furian alla batteria. Sarà allestita una mostra dei dipinti dell’artista Giuseppe Siniscalchi, ideatore del nuovo movimento artistico “fronteversismo”.


sabato 29 aprile 2017

L'ARTE DELLA MATEMATICA




Katy Ann Gilmore è un’artista di Los Angeles che lavora a sculture, installazioni, pittura e disegni ed è influenzata dalla topografia, dal rapporto tra il 2D, i piani perpendicolari e le loro conseguenti distorsioni nello spazio 3D.

Non a caso possiede una laurea in matematica, arte e spagnolo al Greenville College e un master in visual art alla Pacific University di Azusa.