lunedì 11 dicembre 2017

Arriva la pioggia di stelle più bella dell’anno


Occhi al cielo il 13 e il 14 dicembre per le Geminidi. Il 16 è atteso invece il passaggio più vicino alla Terra dell’asteroide Phaethon.
Nei prossimi giorni la volta celeste ci riserverà uno spettacolo straordinario: il passaggio dello sciame meteorico delle Geminidi, ovvero quella che gli esperti definiscono «la pioggia di stelle cadenti più bella dell’anno».  
L’appuntamento con le stelle è fissato per mercoledì 13 (dalle 23) e giovedì 14 dicembre: un doppio spettacolo anche perchè, oltre alle cento meteore l’ora, negli stessi giorni transiterà alla minima distanza dalla Terra Phaethon, l’asteroide «potenzialmente pericoloso» che ha generato le stesse Geminidi.  

Arriva la pioggia di stelle più bella dell’anno - La Stampa

sabato 2 dicembre 2017

SUPER LUNA E SSI all'Osservatorio Astronomico del Righi



Alle ore 17.00 e alle ore 18.00 di domenica 3 dicembre, in occasione del transito della Stazione Spaziale Internazionale nel cielo del Nord Italia (che avverrà alle ore 18.44 e verrà seguito, condizioni meteo permettendo, dal Giardino antistante l'Osservatorio) presso il Nuovo Planetario del Parco delle Mura avrà luogo la speciale proiezione full-dome "In orbita sulla Stazione Spaziale Internazionale", una speciale animazione che ci permetterà di scoprire segreti e caratteristiche in 3D della Stazione Spaziale. Durata prevista: 30 minuti circa. Età consigliata: dai 6 anni in su.

Infine, in Osservatorio, a partire dalle ore 19.00, tramite turni ripetuti di mezz'ora, osserveremo al telescopio le meraviglie della Super Luna fra crateri, mari, monti e valli lunari.
L'orbita ellittica del nostro satellite naturale fa sì che la distanza media dal nostro Pianeta non sia sempre la stessa. Quando la Luna si trova al perigeo (il punto più vicino alla Terra) e contemporaneamente in opposizione al Sole, quindi in fase Piena, abbiamo una ''Super Luna''. Il nostro satellite apparirà cioè più grande e più luminoso della media.
Durata prevista: 30 minuti circa. Età consigliata: dai 4 anni in su.

Per info
Walter Riva
Osservatorio Astronomico del Righi
www.osservatoriorighi.it
direttore@osservatoriorighi.it
https://www.facebook.com/ossastrorighi
tel. 347 5859662

mercoledì 29 novembre 2017

Saturno e Mercurio ci accompagnano nel cielo del tardo pomeriggio, ma siate svelti, perché prima che il cielo sia del tutto buio saranno già scomparsi dietro l’orizzonte…



Siamo ormai arrivati a fine mese, ma novembre ha ancora un’ultima congiunzione da offrire agli osservatori del cielo. Ancor prima della precedente occasione, alle 17:10 circa del 28 novembre, quando il cielo sarà ancora rischiarato dalle luci del tramonto, abbiamo osservato una insolita congiunzione che vede protagonisti i pianeti Mercurio (mag. –0,1) e  Saturno (mag. +0,5) a circa 2,7° di distanza reciproca.

Entrambi i pianeti saranno alti poco più di 6° all’orario indicato, e bisognerà agire prontamente, perché spariranno dietro l’orizzonte già prima delle 18. Il cielo buio poi ci darà l’occasione di approfondire la nostra conoscenza di costellazioni e Luna.

domenica 26 novembre 2017

LA STRANA ATMOSFERA DI TITANO



The polar atmosphere of Titan recently experienced a rapid cooling, contrary to all model predictions and differing from the behavior of all other terrestrial planets in the Solar System.
Usually, the high altitude polar atmosphere in a planet’s winter hemisphere is warm because of sinking air being compressed and heated — similar to what happens in a bicycle pump.
Puzzlingly, Titan’s polar vortex seems to be extremely cold instead.
Before its final plunge into Saturn’s atmosphere on September 15, 2017, NASA’s Cassini orbiter obtained a long series of observations of Titan’s polar atmosphere using Cassini’s Composite Infrared Spectrometer (CIRS) instrument.