Visualizzazione post con etichetta Curiosità. Mostra tutti i post
Visualizzazione post con etichetta Curiosità. Mostra tutti i post

sabato 3 giugno 2017

COME SI ADATTANO LE PIANTE ALLE TEMPERATURE ESTREMAMENTE FREDDE?

A cura di Rosa Maria Mistretta


Fortunatamente, l'inizio del freddo è solitamente graduale, in modo da permettere alla pianta di attivare le proprie difese.
Alcuni alberi si disidratano gradualmente durante i mesi autunnali. Entro l'inverno, dunque, l'umidità interna è talmente poca che il congelamento non danneggia le cellule dell'albero. Le piante hanno acqua nelle pareti cellulari ma non nella parte interna la cellula, il citoplasma ed il nucleo, dove il ghiaccio ucciderebbe sicuramente l'organismo.
La pianta risponde alle variazioni di temperatura, attivando un "antigelo", la resina.

mercoledì 3 maggio 2017

CHE COSA SONO LE GLUMELLE?



ll chicco di riso è avvolto da varie pellicole protettive.
Il chicco di riso appena raccolto è rivestito da un involucro a più strati, tendente al colore marrone o giallo: le glumelle.
Le glumelle sono la prima pelle del chicco di riso, la protezione del chicco stesso e costituiscono il 20% circa del peso totale.
I chicchi di riso, dopo la prima fase di lavorazione cioè trebbiatura ed essiccazione, sono ancora rivestiti da dure glumelle contenenti acido silicico. In questa fase, poichè l'embrione può germinare, i chicchi sono adatti per la semina, non sono però ancora utilizzabili in cucina.
Le glumelle sono rimosse nel mulino nella seconda fase di lavorazione e vengono impiegate per la produzione di calore o di energia.



lunedì 1 maggio 2017

LE FOGLIE SI MUOVONO?, di Rosa Maria Mistretta



Le foglie o le foglioline delle foglie composte effettuano di solito movimenti nastici (sono movimenti delle piante in risposta a stimoli di varia natura la cui direzione è indipendente dalla direzione di provenienza dello stimolo).
Di solito I movimenti delle foglie sono provocati da pulvini che si trovano alla base del picciolo, della lamina o della fogliolina, tuttavia si verificano anche in molte piante sprovviste di pulvini.
Per esempio, l'epinastia si verifica quando le cellule della parte superiore del picciolo o della lamina, soprattutto quelle della nervatura principale, si accrescono (si allungano irreversibilmente) più di quelle della arte inferiore.
In termini generali i movimenti nastici sono reversibili.
Essi sono:
Nictinastia (di notte): sono processi ritmici controllati da interazioni tra l'ambiente e l'orologio biologico, comporta il movimento delle foglie da una posizione quasi orizzontale durante il giorno ad una quasi verticale durante la notte.
Idronastia: ripiegamento o arrotolamento delle foglie in risposta allo stress idrico.
Tigmonastia: sono movimenti da contatto molto diffusi. L'esempio più eclatante è nella mimosa dove la stimolazione di una fogliolina provoca il collasso delle altre lungo la pianta.
Le foglie si accartocciano per evitare di essere mangiate dagli insetti. L'accartocciamento è provocato dalla fuoriuscita dell'acqua dalle cellule motore dei pulvini, un evento associato all'efflusso di ioni K+.
Risposte a Stimoli meccanici - ppt scaricare

Approfondisci la fisiologia vegetale

mercoledì 19 aprile 2017

E' VERO CHE ALL'EQUATORE SI PESA MENO CHE AI POLI?

E' una "magra" consolazione!
La differenza è piccolissima: solo 0,052 Kg in meno.
Il peso dei corpi dipende dalla loro distanza dal centro della Terra: quelli più distanti risentono meno dell'attrazione gravitazionale e, di conseguenza, sono più leggeri.
Il pianeta Terra è schiacciato ai Poli, quindi l'Equatore è più distante dal centro rispetto ai Poli. Il peso diminuisce, ma è un valore assai irrilevante.