mercoledì 5 aprile 2017

SOGNI, poesie di Rosa Maria Mistretta



I sogni, etereo dissidio tra reale ed irreale, rivelatori di superiori verità nascoste, imprevedibili ed indipendenti dalla volontà, prodigiosi ed inspiegabili, si traducono in poesie che comunicano situazioni e sentimenti, frammenti di un mondo in cui ci si riconosce fino a parteciparvi. Nella raccolta poetica si prediligo no immagini e tematiche universali, in cui l’ambito è occupato interamente dall’amore, dalla natura, dalle  notti, dalle stagioni.
E un’antologia di situazioni quotidiane, pagine vive scritte in modo semplice, in cui si esprime la capacità di trasmettere emozioni di vita in modo immediato, creando un’atmosfera di tempi, di luoghi e d’argomentazioni inconsce. Le poesie sembrano scritte per indagare nel profondo dello spirito, per inabissarsi nell’immensità, nel mistero della luna, nella magia e nel fascino della vita, attraverso l’immaginazione che fa volare in alto, scrutando nell’intimo dell’animo umano e dipingendo atmosfere che pazientano d’ora in ora agli umori della natura.
Esprimere il desiderio di cose irrealizzabili, l’illusione di un amore, la mestizia vagheggiata con la fantasia, significa aprire le porte ai sentimenti ed alle emozio ni pure e sincere. La passione, che trasforma la forza dell’amore in un vortice di follie, la solitudine, che riassume in questi versi il significato della vita, la felicità, intesa come una ricompensa che corona una  conquista, sono espresse nell’insieme da una viva sensibilità interiore e sono inserite in un contesto naturalistico dove il paesaggio è dialogo tra Uomo e Natura, è stato d’animo, è sintonia con un’atmosfera magica e misteriosa.
“Sogni” è un libro che si legge col cuore, che ispira profonde e magiche riflessioni, che induce a provare sensazioni ed emozioni descritte, vissute nelle singole individualità.
ROSA MARIA MISTRETTA